DuoLabs Qbox HD mini

Da SIF TeAm Wiki.

Indice

Duolabs Qbox HD mini

Il Qbox HD mini è il terzo ricevitore prodotto dalla Duolabs, nato per fornire un'alternativa HD compatta al fratello più grande Qbox HD. Il ricevitore ha come sistema operativo Linux e utilizza come GUI il solito Enigma 2 usato da moltissimi ricevitori tra cui i blasonati Dreambox.
Il ricevitore ha caratteristiche hardware di tutto rispetto nonostante le dimensioni ridotte rispetto al fratello più grande.
La versione base presenta solo un Tuner DVB-S2 ma è possibile avere o aquistare il secondo Tuner: DVB-S2, DVB-T o DVB-C, inoltre è possibile estendere la connettività con l'apposito modulo per il Wifi.


Confezione

All'interno della confezione troviamo oltre al ricevitore un cavo hdmi di buona qualità, una penna usb (2GB Kingson) che contiene gran parte del sistema operativo, il telecomando, due pile per il telecomando,alimentatore esterno con cavo staccabile e il manuale d'uso che purtroppo è in inglese.

Aspetto

Il ricevitore Qbox HD mini è molto più piccolo del fratello ed è disponibile solo di colore nero ha un bel design e il display con un'ottima risoluzione da un tocco di classe sopratutto se vengono visualizzate le picons del canale corrente.
Nell'insieme sembra essere molto solido e ben curato.
 

Connessioni

Il Qbox HD mini è dotato di presa SCART, HDMI, Component, S/PDIF, la porta Ethernet, ben 3 porte USB 2.0 (una occupata dalla penna di 2GB per il sistema operativo) e la porta seriale. Sulla parte anteriore troviamo il pulsante di accensione e spegnimento luminoso che cambia colore in Bianco, Rosso, Blu e Verde per indicare lo stato del ricevitore. In mezzo al frontalino troviamo l'ampio display TFT di 2" da 16364 colori che fa un ottimo lavoro visualizzando la picon (se scaricate) del canale insieme alla barra di avanzamento della trasmissione oppure in fase di avvio mostra altre informazioni utili per sapere dove è arrivato il ricevitore nel caricamento o nel caso si facciano operazioni di upgrade visualizza le informazioni sullo stato dell'upgrade. Infine non possono mancare i card reader che in questo caso sono due affiancati a ben 2 DiabloCam (DuoCrypt), DiabloCAM trovate anche nelle altre versioni dei ricevitori Duolabs.

Interno

Aprendolo salta subito all'occhio il Tuner Sat dal quale escono due connessioni che arrivano fino alla parte posteriore del ricevitore, sul Tuner troviamo scritto SHARP, notare i contatti per il montaggio del secondo Tuner.
La CPU è ST modello STi7101 a 266Mhz (ST40 SH4 Core) e monta un dissipatore passivo così da evitare ogni tipo di rumore dato da ventole. Intorno alla CPU troviamo i moduli di memoria di 128MB.
I Card Reader sembrano essere gli stessi anche di altri modelli di ricevitori della DuoLabs quindi credo non abbiano problemi con le varie cards.

Telecomando

Il telecomando è molto sottile e abbastanza robusto ed è ben ottimizzato per l'uso di Enigma2.
E' molto intuitivo e mi sono trovato molto bene (ogni tasto faceva quello che mi aspettavo), a parte i tasti colorati abbiamo anche un tasto contrassegnato con una stellina rossa che è personalizzabile tramite GUI e possiamo impostare l'apertura di vari pannelli come ad esempio il pannello dei plugins. Anche per l'utilizzo come mediacenter fa bene il proprio lavoro e i tasti play/pausa/avanti/indietro ecc.. fanno tutto ciò che serve.
Alcuni utenti troveranno il telecomando un po' strano visto che è molto diverso dai telecomandi a cui siamo abituati in genere ma è proprio questo che lo rende originale.


Utilizzo del ricevitore

Accendendo il ricevitore dobbiamo attendere circa 2' 50"/3' per l'avvio del sistema operativo e la visualizzazione del canale, tempi che si allineano a molti ricevitori con Enigma2, nel caso in cui il ricevitore è in standby invece l'avvio è quasi instantaneo (1-2sec).
Nella fase di avvio vengono visualizzati nel display i vari step della fase di boot e sulla tv un video con il testo qboxhd mini animato.
Il firmware ufficiale come abbiamo detto è basato su Enigma2 quindi ha tutto quello a cui siamo abituati, di base troviamo alcuni plugin come quello per YouTube, il Media Player per visualizzare contenuti multimediali, un plugin per la visualizzazione delle immagini e nel repository del produttore è possibile installare qualche pacchetto in più e le liste canali. Sostituendo o modificando un file all'interno del ricevitore possiamo impostare molti repository non ufficiali dove trovare moltissimi plugin utili come quelli per l'EPG o per modificare i tasti del telecomando, il delayer e tantissimi altri. Il numero dei plugin non è paragonabile a quelli presenti nei repository dream ma i plugin che servono per il normale utilizzo sono tutti presenti e credo che con il passare del tempo aumenteranno di numero visto che il ricevitore è ancora giovane.
Il firmware ufficiale è molto stabile sia su canali SD che HD non presenta problemi di freeze o blocchi improvvisi ho solamente avuto un crash di enigma2 mentre mi divertivo a settare le varie cose e premendo pulsanti a caso ma dopo quella volta non ho più avuto problemi. Sui repository sono presenti anche i picons che ho installato senza problemi anche se di grosse dimensioni grazie alla copiosa quantità di memoria presente sulla pen drive che permette oltre ad installare molti plugin anche di poter effettuare molti test,infatti, avendo a disposizione altre pen drive è possibile installare altri firmware nelle altre penne e usare all'occorrenza quella che si vuole (La DuoLabs ha pensato agli smanettoni). Purtroppo per adesso non esistono immagini alternative per questo ricevitore che anche se già molto stabile presenta alcune lacune e funzionalità presenti già in molti firmware non ufficiali come la sifteam, ad esempio: non vengono segnati i plugin installati nella lista dei plugin nei repository, non c'è un gestore di pacchetti, quindi i plugin non vengono aggiornati in automatico ma vanno sovrascritti a mano installando le versioni più aggiornate dei plugins, non è possibile installare codecs supplementari per la visione di alcuni formati di video o altre librerie anche per il kernel che ad oggi possono essere fornite solo dal produttore o con installazione manuale da parte dell'utente.
Ho provato anche l'uso come mediacenter collegando tramite usb un HDD formattato come NTFS ma purtroppo attualmente il kernel non supporta FileSystem NTFS percui ho dovuto collegare una risorsa di rete tramite samba per avere a disposizione qualche films. Montata la cartella dei miei Films di test tramite Samba ho provato ad avviare qualche films DVDRip xvid e divx e non ho avuto nessun tipo di problema nella visione e il ricevitore sembrava essere abbastanza responsivo ai comandi ricevuti da telecomando (avanti/indietro, pausa/play ecc..) fatto questo sono andato avanti avviando films in alta definizione mkv a 720p o 1080p (BDRip) e il processore non molto potente e la mancanza di codec si sono fatti sentire, infatti, alcuni film con bitrate troppo alti o con audio dts hanno avuto molte difficoltà proprio come sui ricevitori ipbox percui questo ricevitore al momento non è indicato agli utenti che intendono usarlo massicciamente come mediacenter per films ad alta definizione.


Plugin proprietari

Il Qbox HD mini vanta un plugin non presente in nessun altro ricevitore: il Delayer.
Il Delayer non è presente in altri ricevitori poichè oltre ad essere implementato via software ha un supporto hardware dedicato non presente in altri decoders. Il supporto software del Delayer non è presente di default ma il plugin deve essere installato da uno dei repository non ufficiali.
Adesso la domanda nasce spontanea: a cosa serve il Delayer? Il delayer non è altro che un ritardatore e permette la visione continua dei canali anche con tempi di latenza della rete più alti in abbinato a sistemi di card sharing. Ricordo che il card sharing con regolare abbonamento in alcuni stati con alcuni provider non è permesso poichè viola il contratto con il provider mentre è illegale nel caso in cui non si ha nessun abbonamento.


Problemi Riscontrati

Il ricevitore Qbox HD mini si è comportato abbastanza bene nei giorni di test, ogni tanto la GUI si freeza ma solo quando si accedere su alcuni pannelli e sembra del tutto casuale.
La Webif sembra non essere presente e provandola a installare da uno dei repository alternativi continua a non funzionare.

Consigli e conclusioni

La DuoLabs con il Qbox HD mini ha raggiunto finalmente una buona stabilità che se ampliata anche dal supporto di team non ufficiali può portare questo ricevitore a buoni livelli e quindi renderlo equivalente ad altri modelli di altre case produttrici.
Sicuramente al momento il Qbox HD mini è superiore ad alcuni nuovi modelli di IPBox che anche se hanno alcune funzionalità in più mancano della stabilità del firmware che deve essere l'obiettivo primario di ogni produttore.
I nuovi ricevitori Dreambox sono molto più potenti grazie anche al nuovo processore dual core che li rendono superiori a ricevitori basati su processori ST come il Qbox HD Mini ed anche vecchi mipsel.
Il Qbox mini può essere consigliato alle persone che vogliono avere un ricevitore su cui guardate i canali sat/dtt senza avere problemi di visione, freeze e blocchi improvvisi ma non è consigliabile a persone che vogliono usarlo anche come mediacenter per films ad alta definizione poichè l'hardware poco potente e la mancanza di alcuni codec non lo rendono paragonabile ai nuovi dreambox con processore dual core.
Dobbiamo sottolineare il fatto che il produttore ha da poco rilasciato i sorgenti dei propri ricevitori e questo non può che far piacere alla comunità open source che sicuramente utilizzerà il codice per migliorare il ricevitore e aprire le porte a firmware altenativi.


Link utili

Area Downloads Qbox HD mini

Sito ufficiale specifiche Qbox HD mini

Sorgenti e repository Firmware e Documentazione varia



Autore Recensione u Killer Bestia®.

Strumenti personali
banner